Siamo felici e fieri di essere correlatori di una tesi di  Master in Scienza e Tecnologia Cosmetiche presso l’ateneo di Ferrara (Comast) con un collega aretino. Per noi è un lavoro faticoso ma che ci riempe di soddisfazione. Presto pubblicheremo notizie.


Il profumo viene molto spesso associato ad aspetti frivoli, effimeri della nostra esistenza. Tuttavia se studiassimo il nostro passato potremo capire che il profumo, da sempre ha accompagnato l’uomo nei momenti più profondi e più sacri. Non deve sorprendere se molte opere d’arte nel corso dei secoli hanno rappresentato ed evocato il profumo. Pensate alla pittura, alla letteratura citando il Cantico dei Cantici del Vecchio Testamento o autori come Shakespeare, Flaubert, D’Annunzio, Baudelaire . Ai  nostri giorni non ci resta che pensare alle tristi pagine dei giornali dove dame bellissime invocano sogni irrealizzabili ed un acquisto sicuro . Cosa accadrebbe se non esistesse il profumo ? Cosa ne sarebbe della nostra vita se non potessimo annusare una rosa, l’odore di un neonato, l’odore dell’aria fresca di mattino, l’odore del cibo e del vino rosso! Credo che la nostra vita sarebbe certamente diversa, mancherebbe qualcosa di magico.

Per leggere nostro lavoro scritto nel 2008 clicca

 
 
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

La coltivazione e l’utilizzo della lavanda ha origini molto lontane, che ci riportano fino agli antichi Romani. La derivazione etimologica del nome stesso  ricorda l’uso che i Romani facevano di questa pianta: la usavano per profumare l’acqua dei bagni e come detergente. Il gel per le mani che abbiamo formulato è un cosmetico in cui le essenze di Lavanda biologica sono miscelate ad ALCOOL bio, gel di aloe e acido ialuronico utili a pulire e profumare le mani.

Consigli d’uso: applicare il gel tramite erogatore quando desiderate profumare e pulire le vostre mani. Il gel contiene alcool ad alta concentrazione per cui  evitate il contatto con il volto. Prodotto infiammabile, prestare attenzione e non conservare vicino a fonti di calore.

Formula secondo INCI

INGREDIENTI: ALCOHOL, AQUA, ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE, GLYCERIN, HYDROXYETHYLCELLULOSE, SODIUM HYALURONATE, LAVANDULA HYBRIDA OIL, LINALOOL, POTASSIUM SORBATE, SODIUM BENZOATE


IL RE  DELLA TOSCANA

In Toscana è praticamente presente in ogni vino rosso ed è l’uva principale dei vini più celebri come Chianti, Brunello di Montalcino e Vino Nobile di Montepulciano. La storia  vuole che il nome derivi da San Giovanni: il Sangiovese è un’uva che germoglia a fine giugno per la festa di San Giovanni Battista, atri invece affermano che derivi da San Giovanni Valdarno, comune del nostro territorio dove è nata. E’ certo che il Sangiovese era coltivato sia dagli Etruschi e in seguito dai Romani. Dalle foglie rosse d’autunno abbiamo creato con l’aiuto dello spin off universitario Phenbiox in nostro Sangiovese, ingrediente dalla grande capacità antiox.

leggi analisi: Bioliquefatto di foglie di Uva Sangiovese incapsulato in liposoma (FSoldani)


Quando potiamo le viti a primavera nei giorni caldi, a ogni taglio, esce una lacrima. Gli anziani raccontano che la vite “si è mossa”. Tecnicamente si tratta della linfa della pianta della vite ma poeticamente è chiamata “lacrima della vite”, dal latino lacryma vitis.  Questo pianto, oltre a essere un segno che indica che la vite è nuovamente piena di forze e di vita, è anche un concentrato di proprietà tanto che in passato alle lacrime di vite erano attribuiti poteri magici e si impiegavano per curare affezioni agli occhi, problemi della pelle, disturbi digestivi fino al pronto intervento per il morso dei serpenti. I suoi “poteri magici” sono dovuti dal mix di sostanze nutritive come sali minerali, aminoacidi, zuccheri, polifenoli, acidi organici e auxine che le compongono. Il nostro territorio è colmo di attivi naturali che non vengono utilizzati, basta solo osservarli e riconoscerli.
 
 

 

 


Nonostante un’annata molto difficile  fervono nelle colline del Chianti i preparativi per la raccolta delle olive, un rito per le persone che vivono nelle colline del Chianti. L’olio di oliva rappresenta infatti uno degli elementi più ricchi di tradizioni e di significati, non soltanto nutrizionali, ma anche antropologici e simbolici; oltre a ciò, insieme al vino e al pane, costituisce la “triade mediterranea” per eccellenza.
Oggigiorno l’olio di oliva rappresenta un alimento di impiego quotidiano ed è stato proposto come valida alternativa ai grassi animali, il cui uso eccessivo è responsabile di una serie di gravi patologie; inoltre rappresenta una importante fonte di vitamine liposolubili e di polifenoli, sfruttabili per le loro proprietà antiossidanti (Caruso et al., 1999). Proprio in relazione alla sua facoltà di contrastare i radicali liberi, l’infiammazione e lo stress ossidativo, ha infine assunto un ruolo fondamentale nel settore cosmetico. L’olivo è apparso circa diecimila anni fa nel Mediterraneo orientale, per poi estendersi all’occidente e al nord del bacino mediterraneo nell’arco di vari millenni.
L’eccezionale espansione dell’olivo, favorita dal clima mite del Mediterraneo, raggiunge la sua massima estensione territoriale a partire dal Seicento, sulla scia di una società sempre più industrializzata, che vede la nascita di saponerie, dell’industria tessile e dell’industria meccanica (Accademia dei Georgofili, 2008).

Per approfondire leggi la magnifica tesi della dottoressa Chiara Gambini

L’olivo: elemento naturale nella cosmesi e nella tradizione


In autunno in assenza di clorofilla, le foglie delle viti si colorano di rosso, uno spettacolo per i nostri occhi. Gli antociani hanno la prevalenza su gli altri pigmenti e la foglia ha un colore meraviglioso. Nei giorni scorsi mentre passeggiavo nella vigna di mio nonno ho deciso di raccogliere le foglie più belle per la creazione di un nuovo ingrediente da utilizzare nel nostro laboratorio cosmetico e per una nuova tesi universitaria. Il tempo d’attesa è di 60 giorni. Vi terrò aggiornati.

Corrado


Formulation of enriched topical skin products from Vitis vinifera L. grape marc

Una bella notizia dalla Sardegna. Pubblicato  abstract di cui siamo coautori. Ringraziamo il prof. Marco Andreassi, Luca San Just, l’università di Siena per la loro disponibilità e l’occasione fornita.

INTERNATIONAL CONFERENCE 

From new materials to life science – Structure, Interactions, Dynamics and Activity 

September 21st – September 25th 2021 – PULA (CA), Sardinia, Italy 

Condividiamo con piacere la lettura del nostro lavoro frutto di 12 mesi di studi.

 

 

 

BOOK OF ABSTRACTS 

per scaricare clicca: INTERFACES-Book-of-abstracts


La crema CANAPA segue la nostra pubblicazione di carattere dermatologico in Florida (USA) sull’utilizzo cosmetico dell’olio di Cannabis. La crema è ricca inoltre  di innovativi ingredienti come le lacrime di vite e il nostro estratto da foglie di olive Soldani del nostro podere alla Volpaia dalle proprietà antiossidanti ed elasticizzanti. La formulazione punta sull’azione nutriente e tonificante dell’olio di semi di Canapa; effetto potenziato dal vigore  di Burri e Oli vegetali. Applicatene una piccola quantità sul viso e sul collo al mattino e alla sera con un leggero massaggio.

La formula è testata dermatologicamente nel centro di Ferrara ed è come nostro stile molto semplice. Puoi scoprire la notevole azione antiossidante leggendo l’allegato canapa antiox

ingredienti: AQUA, CANNABIS SATIVA SEED OIL, HYDROGENATED ETHYLHEXYL OLIVATE, CETEARYL ALCOHOL, GLYCERIN, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER, THEOBROMA CACAO BUTTER, GLYCERYL STEARATE, TOCOPHERYL ACETATE, POTASSIUM PALMITOYL HYDROLYZEDWHEAT PROTEIN, OLEA EUROPAEA FRUIT UNSAPONIFIABLES, CETEARYL GLUCOSIDE, OLEA EUROPAEA LEAF EXTRACT, HYDROLYZED VEGETABLE PROTEIN, HYDROGENATED OLIVE OIL UNSAPONIFIABLES, SODIUM DEHYDROACETATE, SUNFLOWER SEED OIL GLYCERIDES, CAPRYLOYL GLYCINE, TREHALOSE,VITIS VINIFERA VINE SAP, SCLEROTIUM GUM, POTASSIUM LAUROYL WHEAT AMINO ACIDS, SACCHAROMYCES FERMENT LYSATE FILTRATE, SODIUM HYALURONATE, BISABOLOL, ETHYLHEXYLGLYCERIN, AHNFELTIOPSIS CONCINNA EXTRACT, POLYGLYCERYL-3 BEESWAX, PHENOXYETHANOL, LECITHIN, CITRIC ACID, SODIUM PHYTATE, SORBITOL, TOCOPHEROL, ASCORBYL PALMITATE, SODIUM BENZOATE, XANTHAN GUM, CHLORPHENESIN, POTASSIUM SORBATE, PROPYLENE GLYCOL,PARFUM

 patch test

 canapa antiox


La dottoressa Giulia si è laureata brillantemente in farmacia presso l’università di Siena discutendo  una splendida tesi dal titolo:

FORMULAZIONE E VALUTAZIONE DI PRODOTTI TOPICI CONTENTI DERIVATI DI VITIS VINIFERA L.

La tesi, nata nel nostro laboratorio e coadiuvata dal prof. Andreassi, ha studiato l’applicazione cosmetica del nostro attivo UVIOX FS confermando in vivo e in vitro gli studi precedenti. Se gradisci puoi leggere la tesi di Giulia   TESI GIULIA 08-04

Ci complimentiamo con Giulia augurandole una splendida carriera.