Martedì 14 Giugno Cecilia ha discusso la sua tesi completando il lavoro di ricerca sperimentale ideato nel nostro laboratorio. La tesi ha ottenuto il massimo dei voti. Il nostro lavoro di ricerca su attivi cosmetici utilizzando prodotti di scarto della campagna continua.

Se gradisci leggere la tesi la puoi scaricare.   foglie olivo tesi cecilia


Bioliquefazione molecolare

La conoscenza della composizione della matrice vegetale gioca un ruolo fondamentale per l’utilizzo ottimale dei biocatalizzatori enzimatici. È essenziale quindi conoscere quale tipologia di polisaccaridi–proteine-fenoli è costituita la “trama” della parete cellulare vegetale.

Questa conoscenza permette di selezionare i preparati enzimatici più efficienti e pianificare la miglior strategia idrolitica per degradare le strutture che legano e/o imprigionano il pool di composti chimici che compongono il fitocomplesso.
Le linee guida alle quali questi processi devono fare riferimento sono i 12 principi che ispirano la Green Chemistry2 improntati quindi all’abbattimento dell’impatto ambientale e la riduzione degli scarti.

La bioliquefazione molecolare consiste dunque nella degradazione (attraverso processi enzimatici biotecnologici multi-step) della matrice vegetale a livello molecolare, ed in maniera specifica, le macrostrutture polisaccaridiche e proteiche tramite tagli molecolari mirati.

Alla fine di questo trattamento si ottiene una bioliquefazione completa della matrice vegetale, rendendo solubili e biodisponibili in ambiente acquoso tutte le altre molecole funzionali.

La bioliquefazione molecolare produce ingredienti cosmetici assolutamente sicuri che contengono al loro interno il mix di sostanze funzionali presenti nel vegetale di partenza nelle stesse percentuali presenti nella pianta. Inoltre la fermentazione trasforma in ulteriori principi attivi la fibra inerte idrolizzata per via enzimatica e convertita in saccaridi.

È un processo innovativo che tutela il consumatore sia dal punto di vista della sicurezza sia dell’efficacia del prodotto che acquista.

 

dalla tesi del dott. Francesco; Cosmast 2022 che puoi leggere:

TESI FRANCESCO MILIGHETTI


Siamo fieri di essere nuovamente correlatori di una tesi di laurea in farmacia presso l’ateneo senese. Il progetto di creare attivi cosmetici con i prodotti di scarto delle nostre campagne continua. Cecilia, giovane studentessa discuterà la sua tesi il 14 Giugno. Dopo la discussione pubblicheremo l’intero lavoro frutto di un anno di studi.

Puoi leggere il titolo cliccando  tesi cecilia


Per gli uomini decisamente unici è ora possibile acquistare un nuovo cosmetico , l’acqua micellare dell’uomo extravagante pensato per la detersione del volto munito anche di barba importante e del collo. L’acqua micellare è una soluzione detergente a base acquosa, che permette di rimuovere  le impurità dal volto rispettandone la fisiologia. Il prodotto si basa sulla tecnologia delle micelle, cioè molecole di tensioattivi che si riuniscono a formare delle piccole sfere. Il tensioattivo utilizzato è derivato dall’olio di oliva. Completano la formula acqua di calendula, estratti di camomilla, glicerina vegetale e gel di aloe. La fragranza priva di allergeni è un mix di vetiver,incenso e mirra. Si utilizza come un normale sapone  versando un poco di prodotto sul palmo della  mano e massaggiando sul volto  evitando il contatto con gli occhi fino a perfetta pulizia, dopodiché risciacquando accuratamente. La formula è gradevole, semplice, sicura.

formula:INGREDIENTI: AQUA, CALENDULA OFFICINALIS FLOWER WATER, SORBITAN OLEATE DECYLGLUCOSIDE CROSSPOLYMER, GLYCERIN, ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE, PROPYLENE GLYCOL, TREHALOSE, CHAMOMILLA RECUTITA EXTRACT, PANTHENOL, PARFUM,ETHYLHEXYLGLYCERIN, HYDROLYZED VEGETABLE PROTEIN, PHENOXYETHANOL, POTASSIUM SORBATE, SODIUM BENZOATE


Quando potiamo le viti a primavera nei giorni caldi, a ogni taglio, esce una lacrima. Gli anziani raccontano che la vite “si è mossa”. Tecnicamente si tratta della linfa della pianta della vite ma poeticamente è chiamata “lacrima della vite”, dal latino lacryma vitis.  Questo pianto, oltre a essere un segno che indica che la vite è nuovamente piena di forze e di vita, è anche un concentrato di proprietà tanto che in passato alle lacrime di vite erano attribuiti poteri magici e si impiegavano per curare affezioni agli occhi, problemi della pelle, disturbi digestivi fino al pronto intervento per il morso dei serpenti. I suoi “poteri magici” sono dovuti dal mix di sostanze nutritive come sali minerali, aminoacidi, zuccheri, polifenoli, acidi organici e auxine che le compongono. Il nostro territorio è colmo di attivi naturali che non vengono utilizzati, basta solo osservarli e riconoscerli.
 
 

 

 


Crediamo molto nella ricerca nonostante i nostri mezzi limitati. Abbiamo capito che il nostro territorio delle colline del Chianti ci offre una possibilità infinita di sostanze che possono essere utilizzate in ambito cosmetico. L’olio di oliva ne è l’espressione migliore, è fatto utilizzando drupe acerbe raccolte a mano a meta Ottobre. Le analisi sono molto interessanti. L’olio di girasole viene coltivato artigianalmente in Umbria, siamo stati fra i primi a produrre l’olio di semi di canapa e a studiarne gli effetti sulla pelle. Con l’aiuto di uno spin off universitario abbiamo cominciato a produrre bio liquefatti da vinaccia, da foglie di olivo non trattate, liposomi da foglie rosse di vite. Tutte i nostri ingredienti sono stati oggetto di tesi di laurea in farmacia presso l’università di Siena e di master per il prestigioso Cosmast di Ferrara.

In pratica formuliamo cosmetici green a km 0, il nostro progetto continua nonostante la pandemia abbia molto rallentato il nostro cammino.

Corrado


Il sito della farmacia ha lo scopo di divulgare le nostre conoscenze in ambito cosmetico. Nasce per la passione familiare che si tramanda da tre generazioni. Non troverete mai offerte commerciali. Speriamo di appassionarvi ad una materia rigorosa considerata dai più frivola e leggera. Buon viaggio nelle nostre notizie.


Nel nostro laboratorio abbiamo sempre ospitato studenti universitari e farmacisti per la compilazione di tesi di laurea e di Master. Per noi è un vero piacere aprire la nostra casa laboratorio. Il nuovo lavoro che sarà discusso a Giugno riguarda il bioliquefatto di foglie d’olivo non trattate raccolte a mano nel nostro podere alla Volpaia. Lo scopo è valutare un possibile uso cosmetico. Le foglie hanno certamente un’azione antiox che cercheremo di valutare in vitro e in vivo. Vi aggiorneremo passo passo. Il progetto di una cosmesi verde a km 0 , utilizzando prodotti di scarto della campagna toscana, continua.


Siamo felici e fieri di essere stati correlatori di una tesi sperimentale di  Master in Scienza e Tecnologia Cosmetiche presso l’ateneo di Ferrara (Cosmast) con il dottor Francesco Milighetti, giovane e appassionato collega aretino. Per noi è un lavoro faticoso ma che ci riempe di soddisfazione. La bravura di Francesco è stata evidente.  La tesi ha ottenuto il massimo dei voti.

Se gradisci leggere la tesi

TESI dott. MILIGHETTI COSMAST

 

 


Abbiamo progettato un nuovo ingrediente cosmetico utilizzando le foglie dei nostri olivi. Le foglie che sono spesso bruciate sono in realtà una miniera di sostanze che possono essere estratti ed inserite nei nostri cosmetici.  L’Iperfermentato di olivo foglie è stato ottenuto tramite un’estrazione a base acquosa coadiuvata dall’utilizzo di enzimi idrolitici e successiva fermentazione con saccharomyces cerevisiae. La caratterizzazione del prodotto è stata effettuata tramite le seguenti analisi quantitative: – polifenoli totali (metodo del Folin) – potere antiossidante (metodo del DPPH), – carboidrati totali (metodo fenolo/solforico), – zuccheri riducenti (metodo DNS), – amminoacidi (metodo della ninidrina)

 Iperfermentato di olivo foglie (Soldani Salvini)